Pagina 1 di 1

Coerenza

MessaggioInviato: 06/12/2020, 20:09
da tiziano
Poiché sono vecchio ho lo sguardo rivolto indietro. Ora sono intento a rileggere il mio zibaldone. Vi ho trovato un appunto del 1992 che dimostra la coerenza della mia incoerenza; eccolo qua:

Ormai l' unico problema della filosofia è la filosofia.
Ho letto due libri: "il gioco della filosofia" di Ermanno Bencivenga e "Una brevissima introduzione alla filosofia" di Thomas Nagel; testi interessanti, il primo perfino divertente, ma privi di tensione e di prospettiva: vi è all' opera un pensiero che non si impegna, che si limita a sciorinare i dilemmi e i paradossi, rimbalzandodi qua e là come la pallina di un flipper. Manca il coraggio di scegliere, di affidarsi alla volontà di decidere, di proporre idee, nella convinzione implicita che tutto sia convenzione, che tutto sia infine vano. La ragione può solo distruggere - diceva giustamente Colli - ed estenuare l' uomo, se non la si imbriglia e riconduce al suo compito di servire la vita.