Divagazioni

Ed ora rilassatevi,chiudete gli occhi,aprite la mente e lasciate volare liberi i vostri pensieri,le vostre riflessioni filosofiche...

Divagazioni

Messaggioda tiziano il 11/07/2020, 18:45

Reminescenze:
meditando su una digressione manzoniana in I promessi sposi (la descrizione della vigna di Renzo) mi intricai in un lungo excursus sull’albero e la foresta nell’immaginario occidentale, speculando sull’icona dell’albero come metafora epistemica, sul concetto di “rizoma” di Deleuze e Guattari e infine sui “sentieri interrotti” di Heidegger, poiché gli holtzwege sono appunto sentieri che si perdono e fanno perdere nella foresta (metafora heideggeriana che significa l’Essere). Ma una foresta in cui ci si smarrisce somiglia a un labirinto, ecco quindi emergere una possibile affinità, anche metafisica, con Il giardino dei sentieri che si biforcano di Borges, giardino che è un labirinto che è un romanzo. Che c’entra tutto questo ciò con la vigna di Renzo? Quasi niente (anche se con quel quasi si potrebbe scrivere un libro comprendente argomenti di filosofia, logica, matematica, informatica, letteratura). E’ che una interpretazione che si voleva puntuale s’è smarrita, diventando errabonda. Talvolta il vagabondaggio ermeneutico rischia d’essere un saltare di palo in frasca; nel migliore dei casi uno spirituale girovagare nella storia, nella preistoria e nell’inconscio del testo. Se si ha fortuna o accortezza se ne possono ricavare curiose o preziose sorprese, altrimenti si è solo svolto un inutile esercizio.
Se vi interessa potete legere della vigna di Renzo a questo link:
https://www.letteratour.it/tesine/A06_v ... _renzo.asp
Invece dell'albero di Darwin vi allego il testo, perché fu pubblicato su una rivista che adesso non esiste più, per cui non è agevole trovarlo
Allegati
L'albero di darwin.doc
(51 KiB) Scaricato 143 volte
tiziano
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 24/06/2010, 16:07

Torna a Riflessioni filosofiche

cron