CIRCOLO DI LETTURA FILOSOFICO

Ed ora rilassatevi,chiudete gli occhi,aprite la mente e lasciate volare liberi i vostri pensieri,le vostre riflessioni filosofiche...

Re: CIRCOLO DI LETTURA FILOSOFICO

Messaggioda jimiBoy il 09/10/2011, 12:48

Bene bene!! Sono proprio curioso di vedere cosa ne esce fuori! Si inizia ;)
Immagine
Blues is easy to play, but not to feel

♪▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬ღ۩۞۩ღ▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬♪

SHUT UP AND ENJOY THE MUSIC!

♪▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬ღ۩۞۩ღ▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬♪

Immagine
Avatar utente
jimiBoy
 
Messaggi: 52
Iscritto il: 06/07/2010, 12:00

Re: CIRCOLO DI LETTURA FILOSOFICO

Messaggioda Sisma86 il 11/10/2011, 23:08

Benissimo! Si parte. E' anche un ottima occasione per comprarmelo questo benedetto simposio :D

ciaooo e buona lettura a tutti

-= P&W =-
Vivere per morire ! Morire per amore..
Volo solo grazie al mio pensiero felice..
Avatar utente
Sisma86
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 08/12/2009, 23:20

Re: CIRCOLO DI LETTURA FILOSOFICO

Messaggioda marias il 12/10/2011, 23:27

Purtroppo vorrei anch'io leggere il bellissimo Simposio...... ma per il momento mi accontento di leggere
i Vs. commenti ...... e a commentarli sempre che io ne abbia la competenza.......
Bella inziativa :D
Intanto la mia attenzione è stata catturata dal libro Filosofi vita intima di Rafford di cui ne parlate nella
home pagina.........prenota nella mia biblioteca dovrebbe essermi consegnato a giorni
Aspetto notize su come procede la lettura del Simposio
A presto :lol:
marias
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 10/10/2011, 23:52

Re: CIRCOLO DI LETTURA FILOSOFICO

Messaggioda admin il 06/11/2011, 14:33

Stop,stop,stop!!! Tempo scaduto! :D
Il mesetto è passato quindi, come da programma, chi ha letto il Simposio può iniziare liberamente a commentarlo qui sotto!!!
Grazie a tutti!

Airali
Immagine
Avatar utente
admin
Site Admin
 
Messaggi: 109
Iscritto il: 09/11/2009, 18:59

C'è o ci fa?

Messaggioda tiziano il 07/11/2011, 17:53

A me l'onore di inaugurare il circolo! :D

Ahimé! Mentre voi giovani filosofi avete ancora molto da studiare e da riflettere io, che sono invece un vecchio filosofo, ho già dato: molto studiato, molto riflettuto; quindi ormai ho fatto le mie scelte, consolidato le mie convinzioni (d'altronde è una divisione dei ruoli scimmiesca: i giovani esplorano e innovano, gli anziani conservano e tramandano; secondo gli etologi ci sono anche i simboli della casta: striscia di peli bianchi sul dorso del gorilla, capelli bianchi negli esseri umani). Questa premessa un po' patetica serve per dire che io aderisco alla prospettiva della cosiddetta "epistemologia evolutiva" o "naturalistica", il cui fondamento - ovviamente semplifico - è che le forme a priori dell'intelletto sono a priori per l'individuo ma a posteriori per la specie, essendo il risultato di una evoluzione cognitiva. Una prospettiva implica selezione delle idee, affermazioni e negazioni e una determinata storia della filosofia.
Nella "mia" storia della filosofia Platone, attraverso l'ombra di Socrate, è colui che segna l'allontanamento dalla realtà, facendola sovrastare da un altro mondo, quindi imprimendo al pensiero occidentale una svolta decisiva, che disdegna questo mondo.
Cosicché appena il suo sguardo sfiora le cose di questo mondo subito si fa strabico per vedere le cose dell'altro mondo. Ecco che nel Simposio si parla d'amore per il corpo e subito Socrate parla d'Amore per la Verità. E' una specie di gioco di prestigio che c'è in tutti i dialoghi socratici e che sarà chiamato "dialettica". Ma Platone è un prestigiatore eccezionale e ci ha lasciati alle prese con un trucco straordinario che non siamo ancora riusciti ad esplicare: l'enigma della VII lettera, dove scrive: "chi è serio, si guarda bene dallo scrivere di cose serie, per non esporle all'odio e all'ignoranza degli uomini". Ma allora come dobbiamo giudicare le sue opere: un cumulo di cose non serie? E lui: una persona non seria?
Risponderemo...proveremo a rispondere...con il Simposio ;)
tiziano
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 24/06/2010, 16:07

Eurissimaco

Messaggioda tiziano il 13/11/2011, 18:21

Mentre attendo che vi facciate vivi vi pongo una domanda: perché Aristofane fa parlare prima Eurissimaco?

Prima risposta: perché ha il singhiozzo; siccome il simposio si è svolto davvero Platone racconta come sono andate le cose veramente; e veramente Aristofane aveva il singhiozzo quella notte lì. Ci credete? :o

Seconda risposta: ......................?
tiziano
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 24/06/2010, 16:07

per curiosità

Messaggioda tiziano il 01/02/2012, 19:15

Così, per curiosità:

ma qualcuno l'ha letto il Simposio? :lol:
tiziano
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 24/06/2010, 16:07

Re: CIRCOLO DI LETTURA FILOSOFICO

Messaggioda manu6595 il 11/02/2012, 13:28

anch'io vorrei partecipare,per me va bene il simposio
manu6595
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 22/01/2012, 20:32

Re: CIRCOLO DI LETTURA FILOSOFICO

Messaggioda admin il 11/02/2012, 20:18

Perfetto Manu :D e allora puoi iniziare a leggere il Simposio (io lo inizierò a rileggere subito dopo la discussione della tesi con animo più leggero) appena lo hai finito poi puoi subito iniziare a rispondere alle domande già fatte da Tiziano o comunque commentare l'opera e porci tutte le domande che vuoi.

PS: (Per gli altri partecipanti al circolo di lettura dispersi, mi raccomando LEGGETE LEGGETE LEGGETE, che poi passiamo al prossimo testo! ;) )

A presto.
Airali
Immagine
Avatar utente
admin
Site Admin
 
Messaggi: 109
Iscritto il: 09/11/2009, 18:59

Re: CIRCOLO DI LETTURA FILOSOFICO

Messaggioda alessandra il 15/02/2012, 18:56

O mio dio ho letto il simposio piu di una volta nella mia vita eppure non ricordo affatto eurissimaco! sarà grave? per caso era un medico? bo! cmq secondo me platone fa parlare prima lui forse perchè è quello più scemo...puo essere? insomma il piu superficiale(almeno spero,sarebbe un valido motivo per giustificare la mia ignoranza al riguardo)
alessandra
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 03/09/2010, 17:24

PrecedenteProssimo

Torna a Riflessioni filosofiche

cron